Viaggio nel mondo del lavoro: il compromesso

Il compromesso, il merito, la raccomandazione e la rassegnazione, lo scenario è il mercato del lavoro, i concetti sono legati tra di loro, quasi inscindibili. Un viaggio a puntate, dove il grottesco si mischia alla realtà, purtroppo consolidata.

PRIMA PUNTATA – IL COMPROMESSO

Il compromesso è il risultato di concessioni da entrambe le parti con lo scopo di trovare un terreno comune su cui concordare. Porta ad appianare le differenze e viene raggiunto attraverso la mutua rettifica delle reciproche richieste, concedendo un po’ a ciascuna delle parti.

C’è compromesso e compromesso e non è solo una frase fatta. Negativo, nella maggior parte dei casi, per la morale della persona, positivo per la sua posizione lavorativa e per il conto in banca. Donne (senza voler offendere il genere femminile), che si concedono al miglior offerente, le vedi accanto a te, il primo giorno, come normali lavoratrici, la maggior parte di loro appariscente, piacevoli alla vista.
Vai a lavoro come sempre, l’indomani e non te le ritrovi più: hanno scalato rapidamente le posizioni (attraverso altri tipi di posizioni), se sei fortunato ti ritrovi a fare il lavoro tuo e il lavoro loro, se ti va male hanno preso il tuo posto, che ti eri guadagnato con sudore, negli anni.
Uomini, che venderebbero l’anima al diavolo ma anche il loro corpo (per par condicio), li vedi lì, spacconi, introdursi in tutti i discorsi, fare i piacioni, attirarsi le simpatie di capi e direttori. La lingua ormai penzoloni, gli serve per guadagnare posizioni, assecondano la smania di potere dei potenti. Fai il tuo lavoro, sei socievole, affabile, non hai la puzza sotto il naso, fai le pause solo quando serve, insomma sei un professionista esemplare, ma non basta, se non srotoli la lingua.
Non è una barzelletta, nè un mondo immaginario, funziona così, non sempre ma spesso.

C’è poi il compromesso intenso positivamente, io rinuncio a qualcosa per il benessere comune, perché c’è un progetto, un’identità, davanti a cui posso e devo rinunciare a qualcosa in più per me.
C’è il compromesso con se stessi ed è forse il più difficile da raggiungere, rinunciare a sogni megalomani, ad aspirazioni fuori dalla realtà per tornare con i piedi per terra, ad un lavoro, che significa denaro per mantenersi e mantenere.

Se non scendi a compromessi, di qualsiasi tipo, difficilmente lavori, è la realtà italica.
Il lavoro paga, almeno dicono così, anche se la nuova arrivata dopo un giorno si trova negli uffici del direttore e ti saluta dall’alto in basso, anche se la persona che hai aiutato, in un battibaleno, ti volta le spalle e ti tratta da inferiore.Anche la morale paga, magari non subito, ma alla lunga vince lei.

A presto per la seconda puntata sul MERITO.

 

Annunci

6 pensieri su “Viaggio nel mondo del lavoro: il compromesso

  1. Il compromesso è una frequente soprattutto in quelle realtà del Sud che tu conosci bene quanto me, caro Claudio. Lì dove la fame di lavoro, di giustizia e la rassegnazione portano le persone (quelle poche che non hanno deciso di andare via, purtroppo) ad accettare qualsiasi prospettiva (o miraggio?!) lavorativa, anche a costo di rinunciare a sé stessi e alla propria dignità. Lavoro che spesso fa rima con sfruttamento, corruzione, favoritismi o parentopoli. La meritocrazia è ancora una volta in molti casi un’illusione. Tanto nel pubblico (ahimè) che nel privato, dove accanti agli atavici problemi sociali, infrastrutturali e demografici non va tralasciato di annoverare quella piaga culturale che è la mafia in tutte le sue forme e le sue patologiche conseguenze. Scusa lo sfogo ma questo è un argomento che mi preme molto.
    Ps: complimenti per il blog, la scelta di contenuti e la tua consueta capacità scrittoriale.
    In bocca al lupo x questa tua nuova avventura e continuerò a seguirti. Bruno C.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...